Ferrovia Formia-Gaeta

Ripristino della linea ferroviaria dismessa per il trasporto passeggeri e merci. La tratta Formia – Località Bevano è stata già realizzata; rimane da realizzare la tratta Località di Bevano – Gaeta.

Commenti

6

Mostra i commenti

Filippo Cerini

25 maggio, 2015 H: 15:22

sarebbe ancora meglio ripristinare anche il tratto tra Minturno e Sparanise

Angelo Macari

18 dicembre, 2014 H: 16:31

Un progetto utile per gli abitanti ed i turisti del sud pontino, oltre la possibilità di utilizzare la linea per le merci in arrivo e partenza dal porto commerciale.

Claudio Letizia

14 dicembre, 2014 H: 17:13

Il 24 settembre 1966, il servizio passeggeri venne improvvisamente sospeso ed affidato ad autobus sostitutivi. Con la chiusura della vetreria di Gaeta, dal 1° aprile 1981, anche il servizio merci venne sospeso!

Questa linea è importante perchè rappresenta una risposta adeguata alle necessità di trasporto del Golfo, incrementa l’opportunità di sviluppo socio economico-turistico del territorio, semplifica la vita di numerosi pendolari che dalle stazione locali raggiungono Roma o Napoli, favorisce il trasferimento di merci su rotaia con lo scopo di limitare il traffico di una rete stradale poco adeguata a servire da un punto di vista logistico l’attività del Porto Commerciale imposto alla popolazione.

Alla città di Gaeta è stato dato un Porto Commerciale senza alcun supporto logistico. E’ necessario provvedere e sfruttare l’occasione per incrementare l’intera mobilità del Golfo.

Nel primo decennio del 2000 sono stati riavviati i lavori per collegare alla rete ferroviaria il nuovo centro intermodale di Gaeta, ubicato poco prima della località Sant’Agostino, sfruttando il tracciato già esistente.

I lavori hanno portato al completo recupero del Viadotto del Pontone. La linea attualmente è libera e funzionante ma deserta. Sono stati già spesi circa 8 milioni di euro per la riattivazione della linea e per la progettazione.

La regione Lazio tra il 2009 ed il 2010 ha dapprima istituito e poi annullato (senza che la popolazione locale ricevesse chiare informazioni in merito) una bando di gara europeo “Appalto integrato dei lavori di riattivazione ed elettrificazione della linea ferroviaria Formia – Gaeta con le fermate e i nodi di scambio (CUP F81C08000010001 – CIG 04174678A8) del Valore stimato, IVA esclusa: 19 213 206,13.

Dall’annullamento del bando di gara, così come del resto da 50 anni (3 generazioni di cittadini) la popolazione del Golfo delle Meraviglie affronta questo tema.

Questa linea deve assolutamente essere riattivata ed includere in un progetto ampio e integrato anche le città di Itri, Fondi, Sperlonga e Minturno!

eugenio laj

17 dicembre, 2014 H: 14:51

E assolutamente necessara anche perché l’utilizzo dell’ autobus è diventato estremamente scomodo.

Antonio Giordano

11 maggio, 2015 H: 17:36

Sì, condivido appieno. E, una volta ripristinato il traffico passeggeri, la linea dovrebbe avere caratteristiche di metropolitana con frequenza elevata (10-15′ nelle ore di punta e max 30′ nel resto della giornata). Inoltre dovrebbe essere prevista la possibilità di utilizzare il binario 1 di Formia, oltre al tronchetto esistente. Infine, nelle ore di punta (studenti, pendolari, ecc.) le automotrici dovrebbero essere almeno in coppia (120-130 passeggeri seduti). Infine, sarebbe di poco costo l’elettrificazione della linea.

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio