Ferrovia Roma-Pescara

Raddoppio “Tivoli”, da Guidonia a Vicovaro: l’intervento consiste nel raddoppio dei binari dalla stazione di Guidonia a quella di Vicovaro.

Commenti

3

Roberto Luffarelli

12 ottobre, 2015 H: 21:27

Aggiungo che dopo i tanti sbandierati proclami sia da parte della regione Lazio che Abruzzo sulla urgenza di integrare il ferro con la gomma, ad oggi l’integrazione è di fatto inesistente. Gli orari dei treni e dei bus, come ad esempio ad Avezzano fra i treni ed i bus per il Parco Nazionale d’Abruzzo, continuano ad ignorarsi completamente. Un bus può tranquillamente partire cinque minuti prima dell’arrivo di un treno e viceversa, proprio come avviene in Trentino Alto Adige. Certamente lì hanno un turismo ed una immagine da promuovere e da difendere, qui la mobilità invece non trova “coincidenze” con la politica. Certi lussi non ce li possiamo permettere.

Roberto Luffarelli

12 ottobre, 2015 H: 17:13

Ciò che è”ragionevole” ed opportuno nel nostro paese non è mai una ragione sufficiente per decidere l’avvio di un’opera strategica, necessaria e lungimirante come questa.
Una miglior collegamento su ferro fra il Tirreno e l’Adriatico servendo territori dalle enormi potenzialità turistiche, per una migliore vivibilità e per un riequilibrio modale tutto squilibrato sulla insostenibile gomma, con tutte le ovvie motivazioni ambientali, soprattutto considerando che si interverrebbe sulla ferrovia più lenta d’Italia, non sono ritenuti motivi sufficienti per stare nell’agenda politica del governo dei nostri territori. Eppure io penso banalmente che le linee ferroviarie stanno ai territori come le arterie stanno ai nostri corpi.

Enrico De Smaele

3 febbraio, 2015 H: 10:03

In rappresentanza del Comune di Subiaco, e sicuramente degli altri Comuni della Valle dell’Aniene, con la quale abbiamo condiviso molte volte questa tematica, segnalo la assoluta urgenza di una opera come questa che cominci ad avvicinare il nostro territorio, attualmente molto disagiato, all’area metropolitana.
Si tratta di rendere “ragionevole” il tempo di percorrenza da Vicovaro a Roma, che attualmente è sempre superiore ad un’ora, e quindi non è mai competitivo con i mezzi su gomma. Inoltre sarebbe un intervento che migliorerebbe in maniera strategica il collegamento Roma-Pescara, che è veramente al di sotto di tutti gli standard di trasporto europei.
Ricordiamo che ogni giorno migliaia di pendolari raggiungono Roma dalla Valle dell’Aniene e dalle valli limitrofe, garantendo la sopravvivenza di questi territori con i proventi del loro lavoro. Se il trasporto continuerà ad essere così penalizzante, la gente continuerà a spopolare i nostri comuni. Tutti ne perderemo, inclusa Roma che sarà sempre più sovraffollata. E territori meravigliosi come i nostri resteranno senza presidio.
Restiamo a disposizione per qualunque approfondimento e chiarimento
Dott. Enrico De Smaele, Consigliere con delega ai trasporti del Comune di Subiaco

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio