Linea FL1-Stazione Zama

Realizzazione di una nuova stazione ferroviaria sulla linea FL1.

Commenti

26

Mostra i commenti

Rocco Schettino

12 febbraio, 2016 H: 17:32

Non capico perchè non si riesca a compiere un passo così semplice. Non si tratta di scavare grossi tunnel come per la sfortunata metro c dai costi esorbitanti. Si tratta di creare una fermata su di un percorso già esistente e i risvolti sarebbero più o meno simili a quelli di una nuova metropolitana. La zona praticamente soffoca di smog, impazzisce di rumore assordante e fruisce di un trasporto pubblico da terzo mondo. Come si fa ad utilizzare i fondi statali così male? Ho visto in città sperperi di ogni tipo e non riuscire ad intervenire in casi di estrema sempicità come uno scivolo rotto per bambini. E’ questo che serve a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Si facciano le cose che servono e che si è in grado di fare, non si parta con progetti faraonici su cui non si hanno le idee chiare, che richiedono fondi di cui non si dispone e che per forza di cose insospettiscono i cittadini.

fabio massimo antonucci

28 settembre, 2015 H: 14:33

La realizzazione della fermata di piazza Zama sarebbe un intervento fondamentale per incrementare l’utilizzo dei trasporti su ferro all’interno della città. Contribuirebbe a rendere la ferrovia urbana sempre più simile ad una metropolitana circolare con grande giovamento per il traffico e la vivibilità del quartiere ad un costo, credo, relativamente contenuto.

Mario

21 luglio, 2015 H: 09:46

E’ una stazione fondamentale per tutti i residenti della zona! Non capisco come sia possibile che un treno che transita da in un punto come piazza Zama non faccia una fermata andando direttamente a Ostiense, costringendo i residenti a recarsi fino alla stazione Tuscolana a piedi o con il solo 665 a disposizione. Le alternative su ruota sono poche e insuffienti oltre che prive di logica con giri assurdi e lunghissimi via San Giovanni. E’ una stazione che si doveva fare tanti anni fa, bisogna provvedere quanto prima

FrancoFranco

29 maggio, 2015 H: 09:59

IN attesa della tanto sospirata linea C della metropilitana che ancora per lungo tempo terrà impegnato il nostro quartiere ,Un accesso al sistema ferroviario da Piazza Zama potrebbe alleggerire il flusso di traffico conseguente ai cantieri della Metro e dare respiro ad un settore
della città densamente popolato con grande movimento del traffico privato.

gabriella galzignato

25 aprile, 2015 H: 20:00

Come residente nell’area auspico la realizzazione della stazione in tempi brevi anche in considerazione del fatto che la ztl anello ferroviario dividedera’ di fatto il quartiere in piu’ o meno fortunati limitando di fatto la liberta’ di tutti.

gabriele

25 marzo, 2015 H: 22:04

è una prima risposta molto importante al bisogno di spostarsi in maniera rapida, economica e poco inquinante

barbara romani

23 marzo, 2015 H: 15:08

Creare la fermata a piazza zama sarebbe una bella soluzione per alleggerire il traffico in questa zona.

Giuliana Roncolini

22 marzo, 2015 H: 12:11

Questo intervento è veramente fondamentale per il quartiere appio-latino. La popolazione potrà finalmente raggiungere in breve tempo importanti mete ospedaliere, luoghi di servizio importanti come l’aeroporto di Fiumicino, ecc.
Spero vivamente si proceda con celerità.

piero troso

21 marzo, 2015 H: 18:38

Le zone Appio-Metronio e Appio-Latino, sviluppatesi a ridosso delle direttrici Magna Grecia-Acaia e Siria-Macedonia, sono “spartite” dal solco tracciato dell’anello ferroviario ubano; i loro abitanti non trovano accesso a questo importante servizio di trasporto pubblico se non costretti a percorrere a piedi una notevole distanza, fino alla zona Appio-Tuscolano, dotata questa di stazione.
L’alta densità abitativa rilevata fino al 2007 indica l’ex Municipio IX, di cui ora il Municipio VII è minore porzione territoriale, quale area urbana a più alto tasso di densità abitativa. Questo dato non può non essere considerato significativo, quale potenziale generatore di problemi di congestione dei flussi e di relativo deficit per rincorrere una adeguata risposta di servizi di trasporto per una sempre più articolata esigenza di mobilità (entrata in zona, uscita e cambio in transito), sempre più in crescita di fronte alla corrispettiva espansione urbana.
Considerato questo, diviene evidente quanto si possano diluire gli addensamenti dei flussi con la realizzazione di un accesso a questa ferrovia urbana che consenta la facoltà in pochi minuti di raggiungere ogni quadrante della città e connettere anche gli abitanti delle zone in questione con le altre stazioni di questo anello ferroviario per avviarsi ai movimenti extra-urbani, verso gli scambi con le linee della metropolitana, verso i poli sanitari, verso gli altri settori residenziali.
La stazione Zama costituisce una notevole ed evidente riqualificazione delle zone citate (quale struttura di servizio presente) e dell’abitare che in esse si possa vivere. Oltre che fungere da fenomenale risorsa di mobilità, diviene anche un volano per uno sviluppo commerciale, per un decongestionamento ambientale (riduzione di inquinamento atmosferico e di disturbo sonoro), per una nuova stimolazione alla socialità (decompressione dello stress da tempi di attesa e trasporto), per una riscoperta del valore della “visita” (riduzione del “lontano”: affettivo-ti vengo a trovare-, culturale- vado a vederlo anch’io-, sociale-voglio andare a partecipare-).
Spero che l’evidenza di quanto accennato e molto altro descrivibile da tutti gli altri abitanti di zona, potenziali fruitori dell’auspicabile stazione a piazza Zama, possa coinvolgere quanti più cittadini a chiedere alle istituzioni coinvolgibili in questa opera urbana di trovare al più presto le soluzioni per un migliore e prossimo intervento (non tardando ancora ulteriormente quanto atteso fin dagli studi dei piani urbanistici del ’62).

Antonino

20 marzo, 2015 H: 19:33

Assolutamente da fare. Roma ha bisogno di trasporto su ferro!

PAOLA

20 marzo, 2015 H: 19:18

TROVO CHE LA FERMATA DEL TRENINO A PIAZZA ZAMA, OLTRE CHE DECONGESTIONARE IL TRAFFICO E DIMINUIRE L’INQUINAMENTO, GARANTIREBBE UN COLLEGAMENTO MIGLIORE E PIU’ RAPIDO A TUTTI

Roberto Corradini

20 marzo, 2015 H: 18:00

E’ da anni che si parla di questa stazione, anche le ultime amministrazioni erano favorevoli alla sua realizzazione. Per il prossimo anno, in occasione del prossimo giubileo, il Sindaco Marino si è detto favorevole a potenziare il traffico su rotaia, al fine di snellire il traffico di Roma. Che cosa aspettiamo???
Vogliamo la stazione a Piazza Zama!!!

silvia marra

20 marzo, 2015 H: 13:04

Progetto assolutamente importante da sostenere e realizzare. Il traffico, in questi anni, è diventato sempre piu’ intenso e caotico, i mezzi pubblici inadeguati, quanto ad orari delle corse e condizioni di viaggio.

Aldo

20 marzo, 2015 H: 11:46

Sarebbe ora. Nell’ambito di una linea ferroviara tangenziale che percorra tutto l’anello ferroviario da Nomentana a Vigna Clara la fermata di Piazza Zama è essenziale per servire un quadrante urbano densamente popolato.

Aldo Pirone

Claudio

19 marzo, 2015 H: 17:46

Vista la vicinanza delle 2 strade romane più antiche la via Latina e la via Appia Antica potremmo intitolare la stazione al “parco archeologico” che ruota intorno a queste due strade e che con delle navette apposite si possa raggiungere facilmente da tanti turisti e da tanti romani. E poi sarebbe anche una risorsa per la mobilità che in questo quartiere è un po’ “disordinata”

anna

19 marzo, 2015 H: 09:53

Spero fortemente che venga realizzato questo progetto, FONDAMENTALE per ripristinare una migliore viabilità e qualità di vita del quartiere.

Corrado Truffi

19 marzo, 2015 H: 09:50

La stazione di Piazza Zama è essenziale per trasformare la FR1 in una vera metropolitana. Oltre a tutto sarebbe facile realizzarla dotandola anche di un grande parcheggio di scambio, se solo si riprendesse almeno in parte il bellissimo progetto di trasformazione urbana della caserma Zignani. Visto che i militari proprio non vogliono mollare tutta la caserma (chissà poi perché), si potrebbe almeno concordare una sua riduzione di superficie nella parte a capannoni, per ricavare un parcheggio di scambio.

Massimo Cesaroni

19 marzo, 2015 H: 09:27

Buongiorno
è praticamente da quando sono nato che sento parlare della stazione di piazza Zama. E per l’appunto è una voce che ricorre, specialmente in occasione di tornate elettorali, da più di 50 anni! Il mio commento è solo uno, il vantaggio sarebbe notevole per chi abita nel quartiere, che pur a due passi dalle zone che si diramano verso la parte dell’EUR o verso le zone EST di Roma sono mal collegate dai mezzi pubblici. Sarebbe un vantaggio notevole per tutta la mobilità, specialmente in occasione dell’anno Santo.

Ivana

18 marzo, 2015 H: 23:16

Vorrei avere il piacere di vedere realizzato questo progetto non solo utile ma indispensabile per un quartiere che negli anni è stato depauperato dei collegamenti bus e relativamente vicino alla linea A della metro. Io sarei la prima a lasciare a casa l’auto contribuendo a migliorare la qualità della nostra aria. Aspetto dalla nascita e rischio di andarci in pensione con questo progetto!!

annabella

18 marzo, 2015 H: 21:59

Il Comitato Mura Latine appoggia fortemente questo progetto presente nei Piani sin dal 1960. Risolverebbe molti problemi di viabilità e mobilità e darebbe respiro ai residenti. A breve cominceremo una forte campagna di sensibilizzazione perché muoversi su rotaia è la soluzione ideale per una grande città come Roma. E’ il momento perchè vengano realizzate le opere UTILI alla città. Così tutti insieme, comitati, associazioni, singoli cittadini dobbiamo lavorare per la realizzazione della ormai FAMOSA STAZIONE ZAMA insieme alla chiusura definitiva dell’anello ferroviario

Alessandro

17 marzo, 2015 H: 13:01

Sono favorevole! Il comitato mura latine si sta muovendo in tutte le sedi per ottenere il finanziamento di quella che è una fermata prevista fin dal piano regolatore degli anni ’60. Direi che con la chiusura dell’anello ferroviario in programma, e con la partenza dei lavori per la fermata Pigneto alla fine di quest’anno (è già stato pubblicato il bando di gara) non possiamo più attendere oltre.

Franco

11 dicembre, 2014 H: 09:52

Sarebbe una stazione fondamentale per tutto l Appio Latino. La realizzazione non comporterebbe neppure ingenti spese.

Maria Assunta

9 dicembre, 2014 H: 22:45

Io quotidianamente vado da Monte Mario a Piazza Zama. Magari venisse realizzata la stazione.

Adriano

9 dicembre, 2014 H: 16:36

Sarebbe una stazione utilissima che andrebbe a coprire un vasto bacino d’utenza.

Raffaele

16 novembre, 2014 H: 18:10

Mi fa piacere la notizia che ci sia l’idea di questa nuova stazione sulla FR1.
Però, ampliando il discorso di Giovanni, ce ne sono diverse altre da aggiungere.
E ci anche sono parecchi interventi da fare su quelle esistenti. Per esempio, mi meraviglia che il piano non preveda il miglioramento degli accessi ai binari per Roma Ostiense e Trastevere (molti sono insufficienti per l’affluenza effettiva).

Giovanni

15 ottobre, 2014 H: 13:54

Lungo l’Anello ferroviario dovrebbero essere progettate e realizzate altre due fondamentali stazioni, ovvero Casal Bertone (FL2 e Anello) e Ponte Lanciani (FL1 e Anello). Si è già pensato di inserirle almeno nel piano “Do Everything”?

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio