Pista Ciclabile direttrice Castelli Romani

Commenti

3

Carlo Campanella

25 novembre, 2014 H: 17:07

Guardando la cartina si vede un vuoto al centro tra le due direttrici che entrano ed escono da Roma, in quel vuoto, vado ad occhio, ci vivono lavorano e si spostano diciamo almeno tra le 150 e 200000 mila persone, Ciampino Morena Tor Vergata Vermicino per non parlare del traffico di attraversamento che proviene dai castelli, ora in quel vuoto ci sarebbe la possibilità di realizzare delle ciclabili sulle vie Tuscolana ed Anagnina che per la loro conformazione si prestano e permetterebbero di arrivare alla metro in sicurezza, metro che dovrebbe essere più elastica negli orari di trasporto bici e dotata di parcheggi bici sicuri e riparati così come dovrebbe essere per tutte le stazioni ferroviarie, per non parlare della ciclabile sul fosso della patatona iniziata tanti anni fa e mai terminata, cosa importantissima poi le piste permetterebbero a ciclisti e pedoni di attraversare quella barriera per loro tanto pericolosa che è il GRA in prossimità della metro Anagnina senza fare giri immensi a cercare strade sicure che poi non esistono così conformate.

Luca

19 novembre, 2014 H: 00:04

Lavoro da 6 anni a 7km da casa. Andrei in bici sempre se non fosse che via Appia, nel tratto in cui incrocia il GRA, è pericolosissima. Tanto più che finendo il lavoro di notte il pericolo aumenta esponenzialmente, visto l’alta velocità che le auto hanno su strada. Considerato anche la serie di piccole attività in zona Castelli e periferia Romana, una pista ciclabile sarebbe senz’altro ben accetta in un’ottica di riduzione di traffico auto.

Massi

6 maggio, 2015 H: 14:05

Ciao,
ho da poco scoperto questo, magari ti e’ utile

https://www.youtube.com/watch?v=qy-jE9T1u8A&feature=youtu.be

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio