Proposta

di René Lancia

09/ott/2014

Conversione della ferrovia Termini Giardinetti in tranvia ordinaria, mantenendo tuttavia il tracciato attuale tra le stazioni di Porta Maggiore e Villini, compreso il piccolo tratto a binari compenetrati. La totale separazione dal traffico ordinario è una risorsa preziosissima.

Commenti

3

Gianni Verdini

15 settembre, 2015 H: 11:25

In effetti la proposta di Andrea Cuoghi è la più realizzabile, in quanto non soltanto la NON-riconversione in tranvia ordinaria permette di evitare congestionamenti a porta maggiore (cosa che avverrebbe con la tranvia tradizionale), aumento tempi di percorrenza e denaro da investire, ma il ritorno a Giardinetti è indispensabile, in quanto senza la ferrovia l’intero asse Casilina versa in una situazione inammissibile. Piuttosto trasformare in metrotranvia leggera a scartamento ridotto su modello delle Stadtbahn europee (anche per dare finalmente qualcosa di “europeo” a Roma…) che vada da Termini (ritorno a via Giolitti/Piazza dei Cinquecento come in origine) a Tor Vergata/Anagnina passando, ovviamente, per Giardinetti. Ci sono già progetti.

francesco

30 maggio, 2015 H: 23:51

meglio una ciclabile lungo la casilina!

andrea cuoghi

11 novembre, 2014 H: 22:02

io invece dico di prolungarla fino alla stazione metroC di giardinetti,lungo il vecchio sedime. In questo modo lasciamo fermate più vicine sulla casilina rispetto alla C,permettendo la soppressione di tutti gli autobus.

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio