Proposta

di Alessandro Bintzios

11/nov/2014

Nel proseguimento della Metro C da Piazza Venezia a Ottaviano si rende ASSOLUTAMENTE NECESSARIA E IMPRESCINDIBILE la realizzazione della fermata CHIESA NUOVA della Metro C. Questa sarebbe l’unica fermata a servizio dell’ansa barocca, e sarebbe risolutiva per la mobilità di TUTTO IL CENTRO STORICO, anche al fine di liberare Corso Vittorio dal soffocante traffico quotidiano (nonostante si trovi in piena ZTL). La sua non realizzazione farebbe venir meno lo scopo stesso della costruzione dell’intera linea, trattandosi infatti di una METROPOLITANA (non un passante ferroviario). Chiedo quindi di compiere questo IMPORTANTISSIMO SFORZO: portare a termine la costruzione della Metro C con la realizzazione delle fermate VENEZIA, CHIESA NUOVA, SAN PIETRO e OTTAVIANO. So che i soldi richiesti sono molti, ma proprio per la portata dell’opera sarebbe un ERRORE GRAVISSIMO E IRRECUPERABILE non realizzare questa fermata. Condannerebbe la linea C ad essere orfana di una delle sue stazioni più importanti.

Commenti

3

Stefano

2 marzo, 2015 H: 21:34

La fermata Chiesa Nuova a mio avviso è la più importante della linea C , poiché si trova nel centro storico della città a due passi da Piazza Navona, da Campo de’ Fiori e dal lungotevere. E’ fondamentale ricordare che questa parte del centro non è collegata né dalla linea A e né dalla linea B, pertanto privare Roma di una fermata talmente importante è un vero e proprio oltraggio ai cittadini della capitale e al piano turistico.

daniele ponti

3 dicembre, 2014 H: 16:43

La fermata Chiesa Nuova è essenziale, è importantissima e non deve essere per nessuna ragione eliminata. E’ la fermata del CENTRO STORICO di Roma: area turistica ma anche abitata, sede di uffici, congestionata, non servita da altre metro, vissuta sia di giorno che di notte.
Non farla sarebbe una pazzia, un grave ed evidente Gap a cui non ci sarebbe rimedio e tale da far pensare al classico “pasticcio all’italiana” con danni e disagi trasversali ( e non parlatemi di un tram che colleghi la fermata di P.zza Venezia con quella di S. Pietro perchè non sarebbe assolutamente la stessa cosa!). Questa fermata trasformerebbe il volto del centro di Roma: Corso Vittorio diventerebbe una sorta di salotto cittadino con percorsi pedonali e ciclabili che possono anche affiancare una carreggiata dove passano auto, ma che sarebbero sicuramente meno di quelle che passano attualmente.
E’ impensabile, quindi, che la linea C corra dalla fermata P.zza Venezia fino a quella di S. Pietro senza nemmeno una fermata intermedia. E’ cosi evidente e naturale la necessità di questa fermata…
Se proprio bisogna sacrificare una fermata che lo sia quella di S. Pietro/Borgo; anche questa è importante ma sicuramente meno di Chiesa Nuova.

Federico Scaroni

11 novembre, 2014 H: 13:42

Assolutamente d’accordo. Non fare Chiesa Nuova peraltro significherebbe anche dare una mazzata a due scopi della Metro C. Ovvero scaricare la Metro A nella tratta centrale (che senza una fermata nell’ansa barocca rimarrebbe più appetibile della Metro C) e pedonalizzare ampie aree del centro. Chiesa Nuova è una fermata ineludibile nel contesto della rete su ferro romana e non realizzarla sarebbe un errore gravissimo oltre che irrimediabile per le prossime generazioni di romani. Bisogna pensare al futuro.

claudio

11 novembre, 2014 H: 11:37

Sono pienamente d’accordo con te Chiesa Nuova è essenziale, non si può avere un tunnel di 2 km in pieno centro senza fermate.

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio