Proposta

di Alessandro Consalvi

01/apr/2015

per una corretta integrazione della capitale con tutta la sua area cittadina e metropolitana non possiamo prescindere da un passante, e cioè una ferrovia che passi dentro la città e ne colleghi le parti importanti sia tra esse che con tutta l’area metropolitana e regionale. a mia avviso il sistema oggi presente è carente, e potrebbe essere migliorato con dei piccoli accorgimenti ed investimenti. innanzitutto occorre distinguere tra le line Regionali e quelle suburbane, che al di là delle differenze tecniche possono essere distinte semplicemente con quelle che fanno capolinea a roma, effettuando solo le fermate più importanti (regionali, FL) e quelle che passano per roma, fermando in tutte le stazioni (suburbane, S). il sistema delle suburbane (ad oggi unito al sistema delle FL) potrebbe benissimo essere articolato in questo modo:
S1: Fiumicino – Orte 15′ (ricalca in toto la FL1)
S2: Termini – Tivoli 7,5’/15′ (frequenza elevata possibile grazie a connessione con AV tra salone e lunghezza (guarda proposta) che sposta i regionali su altri binari)
S3: Viterbo – Monterotondo 15′ (ricalca l’odierna FL3 con lo spostamento della stazione di testa da ostiense a Monterotondo per tutte le corse)
S4 Cesano di Roma – Frascati 30′ (le corse della roma – Frascati invece di finire a termini o a ciampino finiscono entrambe a cesano, collegando direttamente ciampino con la zona sud di roma attraverso ostiense e trastevere)
S5 Cesano di Roma – Colleferro 30′ (vedi S4)
S6 Termini – Fiumicino 15′ (di rinforzo all’FL1, in sostituzione del leonardo express (tanto il tempo di percorrenza è praticamente identico), per garantire su tutta la tratta un servizio di tipo metropolitano con frequenze di 7 minuti circa)

con questa configurazione si avrebbero treni ogni 7 minuti circa nelle tratte metropolitane Trastevere – Cesano, Trastevere – Fiumicino, Tuscolana – Monterotondo e Termini – Tivoli; si avrebbero treni ogni 15 minuti nella tratta Ostiense – Ciampino e treni ogni 3 minuti circa nella tratta Ostiense – Tuscolana.

Tutte le altre FL sostanzialmente non modificano il loro tracciato e le loro caratteristiche.

PS. sono a conoscenza del fatto che trenitalia sia il gestore e non la regione, MA i treni regionali sono finanziati dalla regione (senza questi finanziamenti non ce ne sarebbero se non alcuni), quindi sta alla regione scegliere come modulare il servizio.

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio