Proposta

di CARLA BARBIERO

20/ott/2014

lo stato di degrado della stazione e dei mezzi della roma-lido e’ sotto gli occhi di tutti. Sporcizia delle vetture,disservizi,viaggi da carro-bestiame. Per ovviare nell’immediato al problema del sovraffollamento, affinché anche i pendolari che salgono dalla stazione di Acilia sia consentita l’entrata, l’aggiunta di vagoni sui treni con maggiore affluenza, con apertura consentita dalla stazione di Acilia in poi. Grazie

Commenti

3

Claudio

16 febbraio, 2015 H: 10:55

A proposito di sporcizia sui convogli della Roma-Lido, ma anche della linea B, che spesso “odora” di stalla, viene spontaneo domandarsi come mai qui a Roma non sia possibile ottenere i risultati che vediamo in altre città europee, ma anche italiane: è un problema di contratto di servizio con le imprese di pulizia che forse non prevede periodiche e scadenzate pulizie accurate (es. con macchinari a 100°)? Oppure è un problema di mancato controllo della produttività di chi è addetto a tali mansioni? Se prendo una metropolitana a Valenzia che sembra nuova per quanto è pulita, pur dimostrando la sua età esclusivamente per il tipo di “carrozzeria”, mi chiedo cosa manca a noi per ottenere un risultato simile. Altro tema collaterale a questo è quello dei writers: fa davvero male vedere che ANCHE i nuovi convogli CAF siano stati orribilmente imbrattati e anche in questo caso, qualsiasi cittadino si chiede se davvero non sia possibile – oltre che più economico- proteggere i depositi in modo efficace per prevenire questo odioso fenomeno. Fungerebbe da deterrente anche l’immediata bonifica degli imbrattamenti, cosa però che non avviene ed è davvero avvilente viaggiare in quei convogli dove spesso è addirittura imbrattato il vetro e non si può guardare all’esterno. Ricordiamoci che stiamo parlando di Roma, un grande capitale europea!

Piano della Mobilità

30 ottobre, 2014 H: 12:17

Salve Carla, salve Patrizia, sulla Roma Lido è stata avviato un intervento di ristrutturazione dell’orario, incrementando il passaggio dei treni nell’orario di punta con un cadenzamento a 7 minuti. Per altro l’effettiva realizzazione del potenziamento è stata verificata sul posto dal personale dell’assessorato. Al fine di risolvere l’affollamento alla stazione di Acilia, Atac si è impegnata con la Regione a far partire (a cadenzamento definito) un treno che trae origine proprio da Acilia così da far si che ogni due treni ce ne sia uno vuoto che possa liberare i carichi elevati presenti su Acilia. E’ prevista inoltre la ristrutturazione di stazioni e sottostazioni elettriche della linea nell’ottica di un grande intervento manutentivo. La Redazione

patrizia

20 ottobre, 2014 H: 18:43

anche io sono una pendolare e tranne rare eccezioni si raggiunge il posto di lavoro in tempi lentissimi nella tratta stazione di lido nord- colosseo.
le vetture sono sporchissime e insufficienti e assomigliano piu’ ad un carro bestiame che altro. spero ardentemente che venga al piu’ presto migliorata questa situazione da terzo mondo……sono veramente nauseata ……..e stanca di questa presa in giro da parte di chi dovrebbe sostenerci …si paga l’abbonamento per un disservizio da paura e intorno solo parole e promesse finte….VOGLIAMO UN SERVIZIO EFFICIENTE

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio