Proposta

di Roberto Luffarelli

11/nov/2014

Dopo l’inaugurazione della metro C in pompa magna in una mattina domenicale con le pubbliche autorità, il lunedì successivo si presenta come il vero banco di prova non tanto dell’opera in sé, che sapevamo limitata a Parco di Centocelle, quanto della sua integrazione con il sistema di trasporto pubblico. Subito, puntualmente come previsto, si manifesta la criticità della navetta 50. Ho impiegato più di mezz’ora a percorrere il tratto tra Parco di Centocelle e Porta Maggiore per poi prendere il tram in direzione Università/Policlinico. Se avessi preso il trenino a Parco di Centocelle avrei impiegato molto di meno. La contraddizione sta nel fatto che dopo aver utilizzato la metro, un mezzo che per sua propria filosofia si sottrae al traffico privato, si è poi costretti ad utilizzare un mezzo, la navetta 50, che ne è completamente condizionato. Altra cosa se alla metro zoppa fosse immediatamente seguito un mezzo su corsia preferenziale. L’unica corsia preferenziale o sede protetta in quel percorso è quella del vecchio trenino, quindi ulteriori soluzioni potrebbero essere:

1. Sostituire il trenino con una moderna tranvia. Ciò consentirebbe, come già ho proposto, la connessione alla rete tranviaria a Porta Maggiore.
2. Eliminare il trenino ma al suo posto, sempre nella preziosa sede protetta, farvi scorrere le navette in versione jumbo mantenendo il capolinea a Giardinetti per altre linee bus. In questo caso le navette potrebbero instradarsi nella sede protetta all’altezza di Centocelle. Non saprei però se la larghezza delle corsie in alcuni tratti del percorso consentirebbe il transito dei bus. Chiedo pertanto a “Il Piano” se cortesemente può rispondermi in proposito.
Grazie

Commenti

2

roberto

11 novembre, 2014 H: 14:37

Correggo quanto ho scritto: non si è costretti a prendere la navetta 50. Un opportuno passaggio pedonale a raso regolato da impianto semaforico a chiamata permette sempre l’alternativa del trenino all’uscita dalla stazione Parco di Centocelle. La navetta C è solo proposta per raggiungere Termini

robertp luffarelli

11 novembre, 2014 H: 14:29

Correggo quanto ho scritto: non si è costretti a prendere la navetta 50 dopo l’arrivo con la metro a Parco di Centocelle. L’alternativa del trenino resta sempre possibile per l’opportuno passaggio pedonale a raso regolato da impianto semaforico a chiamata davanti alla stazione e che mette direttamente in comunicazione con la fermata del trenino. La navetta C è solo proposta per raggiungere Termini.

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio