Proposta

di ROBERTO ROMEO

09/gen/2015

Il sistema di trasporto pubblico nel Lazio vive di forti criticità in merito all’accessibilità per le persone con disabilità (fisiche, sensoriali) e per gli anziani con difficoltà di deambulazione.
Pertanto, nell’ottica di un piano regionale della mobilità, gli enti locali, i gestori dei servizi di trasporto devono essere obbligati (secondo quanto disposto da normative nazionali e regolamenti europei) a rendere mezzi, fermate e stazioni accessibili per ogni tipologia di disabilità, ivi compresa la formazione del personale in materia.
Si ricorda che su tale tematica l’Unione Europea ha avviato procedure di infrazione, nonchè comminato sanzioni, per il mancato rispetto dei regolamenti sul trasporto su ferro e su gomma.
In tal ottica, segnaliamo che la Regione Lazio ha al suo interno quale organismo consultivo istituzionalmente riconosciuto, la Consulta regionale sulle disabilità, composta dalle più importanti associazioni di rappresentanza che sono a disposizione degli assessorati regionali proprio e soprattutto per dare tutte le indicazioni in merito e che pertanto sarebbe opportuno consultare in queste occasioni.
Firmato:
Roberto Romeo
Presidente Nazionale ANGLAT

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio