Proposta

di Massimo Bernardi

09/mar/2015

1) DIVERSIFICARE LE TRATTE ROMA-CESANO e CESANO VITERBO – rendendole totalmente indipendenti.

CESANO deve diventare il punto di scambio per i pendolari che arrivano da VITERBO e viceversa. In tal modo il tratto CESANO-ROMA diventa realmente una METRO ESTERNA, piu’ frequenza, piu’ treni, come avviene in molti altri Paesi europei. Le problematiche riscontrate nella tratta MONO-ROTAIA Viterbo-Cesano non impatterebbero sull’intera circolazione della Capitale.

2) Rimodulare la frequenza dei treni per gli orari di punta : 7-9 , 13-15, 17-19 …
In questi intervalli orari , visto l’altissimo numero di passeggeri, sarebbe opportuno utilizzare treni doppi piu’ spesso per le tratte CESANO-ROMA-CESANO.

Commenti

3

Ilaria

27 marzo, 2015 H: 13:01

Pensiamo al raddoppio del binario, anche perchè prima del giubileo anno 2000 la tratta Cesano-Roma neanche esisteva…e diamo precedenza a chi viene da più lontano, quindi più treni diretti che non fermino nella tratta Cesano-Valle Aurelia (nè Cesano nè La Storta) visto che hanno i treni ogni 15-20 min nelle ore di punta.

mario

16 marzo, 2015 H: 00:11

piuttosto acceleriamo il raddoppio della Bracciano-Cesano

mario

16 marzo, 2015 H: 00:10

concordo al 100% con Max!
Proposta bocciata

max

12 marzo, 2015 H: 12:35

…..LA FERROVIA NASCE PER COLLEGARE VITERBO A ROMA, Cesano è un’invenzione dei palazzinari !! Detto questo la PROVINCIA VITERBO ED I SUOI cittadini pagano fior di TASSE per avere un servizio di TRENI (non metropolitane) per arrivare a ROMA. IL treno lo pago con le TASSE, IL GAS, l’addizionale regionale, l’abbonamento e dovo scendere a CESANO PER POI RISCENDERE A VALLE AURELIA ??? e DA CESANO A ROMA facciamo TUTTE LE FERMATE per far contenti coloro che pagano 1 euro il biglietto impiegandoci 2 ore in tutto ??? I TRENI devono fare i TRENI….oltretutto moltissimi affollano i treni regionali proprio per non fare fermate !!! PROPOSTA TOTALMENTE BOCCIATISSIMA……..

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio