Proposta

di Claudio Moretti

03/ott/2014

La considerazione che voglio esprimere riguarda l’affollamento presso la stazione metro B di Roma Tiburtina in corrispondenza agli orari di punta del trasporto pendolare.
Com’è noto, nell’ambito del percorso della linea B si è introdotta una ramificazione della linea a potenzialità sostanzialmente costante.
Quanto sopra significa che nel tratto Bologna/Rebibbia transita una potenzialità pari ai 2/3 di quella originaria.
Un problema particolare si presenta nella fermata di Roma Tiburtina ove si addensa una domanda che va oltre a quella dei residenti per estendersi a quella dei pendolari provenienti dai servizi FL1 e FL2.
In questo quadro ritengo che nel tratto citato la vivibilità del viaggiatori della metro B, nelle ore di punta pendolari, sia oltre il limite della civiltà.
Una soluzione può essere quella di spostare il terminale dei due servizi metropolitani, FL1 e FL2, a Roma Termini nelle ore di punta così da scaricare la domanda verso la linea B nella fermata di Roma Tiburtina.
Si tratta di operare sulla programmazione del servizio e non su interventi strutturali.
E’ evidente che occorrerà riprogrammare alcuni, ma in termini generali il rapporto costi/benefici appare del tutto soddisfacente.

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio