Proposta

di carlo leoni

30/mar/2015

riattivare le fermate del treno a bassano romano (vt) sulla linea fl3 , la stazione di bassano e’ stata inserita all’interno del tpl (ovvero trasporto pubblico locale della provincia di Viterbo) per noi cittadini e fondamentale alla riapertura delle fermate per andare a lavorare , per andare a fare le visite mediche ai varie usl e andare negli ospedali , carlo leoni anni fa con sua madre di 84 anni a raccolto 2000 firme per riattivare le fermate del treno su una popolazione di 4500 abitanti , dopo di che abbiamo fatto fare al comune un consiglio comunale e tutti sia maggioranza ed opposizione erano d’accordo per la riattivazioni delle fermate : fino alle ore 16.30.

Nella delibera del consiglio comunale di Bassano Romano del 30-5-2013: erano 12 presenti 12 voti favorevoli e nessun voto contrario per la riattivazione delle fermate del treno, sulla delibera si dice: ad oggi tale stazione è utilizzata solamente in determinate situazioni, ad esempio come fermata per vari gruppi di ragazzi diretti al vicino campo scout b.p. park.

Da ciò si evince che la suddetta stazione può essere utilizzata per consentire la salita e la discesa dei passeggeri, inoltre, nel Comune di Bassano Romano è molto alta la percentuale di lavoratori che hanno la necessità di spostarsi quotidianamente in entrambe le direzioni della tratta ferroviaria fl3.

Sono molti le studentesse e gli studenti, non solo universitari, residenti nel Comune di Bassano Romano che hanno l’esigenza di raggiungere i luoghi di studio dei due capoluoghi collegati dalla suddetta tratta ferroviaria.

La fl3 è altresì strategica perché consente di raggiungere poli medici importanti come gli ospedali san Filippo Neri, policlinico Gemelli (direzione Roma) e consente di arrivare alle stazioni di Viterbo presso le quali è previsto il servizio bus urbano per l’Ospedale Belcolle; inoltre nella delibera nella tratta fl3 citata pocanzi è strettamente collegato alla tutela dei diritti al lavoro all’istruzione e alla salute diritti umani e inviolabili, questa delibera e stata mandata a Trenitalia, assessore regionale della mobilità (Regione Lazio) e alla Provincia di Viterbo. , Inoltre nella diretta di Rai tre a Bracciano nell’aprile 2013 Carlo Leoni di Bassano Romano ha avuto dal Direttore Aniello Semplice la conferma che la loro fermata è oggi a richiesta, ma che si potrebbe pensare di ripristinare la stazione. PERCIO FACCIO UN APPELLO AL PIANO MOBILITA’ ED ALTRE ISTITUZIONI , DI RIATTIVARE LE FERMATE DEL TRENO A BASSANO ROMANO , inoltre ci sono dei dati tecnici bassano a un movimento di circa 900 persone al giorno , come attrazioni di persone bassano a 465 al giorno , mentre nei paesi vicini ne anno di meno , attrazioni su ferro bassano a 0.7% 8 quasi il doppio ) , mentre capranica ne a 0.4% , pensate un po quando si riattiverebbe le fermate del treno che percentuali potrebbe arrivare !!

Commenti

3

carlo leoni

18 aprile, 2015 H: 18:30

che diranno i cittadini di bassano quando sulla rappresentazione grafica della orte Civitavecchia manca bassano romano ? ce oriolo romano e capranica , MA IN MEZZO CE BASSANO ROMANO LA QUALE FERMATA E’ STATA INSERITA DENTRO AL TPL DELLA PROVINCIA DI VITERBO !!

pietro

3 aprile, 2015 H: 15:05

piu importante raddoppiare la viterbo cesano e il ripristino della orte-capranica-civitavecchia.

carlo leoni

18 aprile, 2015 H: 18:24

be secondo te orte capranica , ma se vedi la rappresentazione grafica sulla linea fl3 manca appunto la stazione di bassano romano !!

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio