Proposta

di Raul De Maio

19/nov/2014

Invece di puntare alla costruzione di nuove metro (che richiedono molto tempo e moltissimo denaro per la realizzazione) puntate ad una rete/circuito di ferrovie di superficie. Non c’è neanche bisogno di costruirla, l’anello ferroviario a Roma già esiste.

Commenti

2

andrea cuoghi

19 novembre, 2014 H: 17:03

Le metropolitane sono l’unico modo di sconfiggere il traffico e abbattere i tempi di percorrenza..
Se vogliamo ssere seri,le attuali linee ferroviarie dentro roma vanno adeguate sia strutturalmente che riducendo i tempi di attesa,ma non sono abbastanza capillari da bastare.
Nuove linee metro sono invece indispensabili: non c’è tram,filobus,TVA che tenga.

Io una Londra o Parigi senza metro non so proprio immaginarmele..saranno stati fessi all’epoca? Che poi una metro è un treno in sotterranea..anche ipotizzando nuove linee ferroviarie,dove le facciamo passare,in mezzo alla strada a sfrecciare a 50 km/h?

Raul De Maio

19 novembre, 2014 H: 17:30

Le metropolitane sono uno dei modi più efficienti di abbattere i tempi di percorrenza, ma non sta scritto da nessuna parte che siano l’unico modo e il più vantaggioso.
Anzitutto contestualizziamo. Senz’altro una metropolitana è la soluzione che riduce maggiormente i tempi ma pensare ad una rete metropolitana (sotterranea) capillare a Roma non è impossibile ma scomoda: è assurdamente costosa, con tempi di realizzazione decennali e rientro dei costi lentissimo.

L’ideale sarebbe proporre una soluzione che sia “ottima” -in senso matematico/economico- in termini di realizzazione e costo, in maniera da pesare in misura minore dal punto di vista economico, fornire anche entrate economiche ed in grado di agevolare i movimenti all’interno della città.
Parliamo delle città che ha citato: Londra e Parigi (ma possiamo anche dire Berlino,Monaco ed addirittura Madrid, Barcellona, Lisbona) sono città immensamente diverse rispetto a Roma. Il suolo sotterraneo non è lo stesso, ci sono meno reperti e l’estensione della città è differente.
Inoltre le metropolitane che citi, oltre ad avere una rete maggiore, sono gestite in maniera più efficiente, hanno una rete più efficiente (hanno anche un costo notevolmente maggiore)
Inoltre sono affiancate da reti ferroviarie superficiali.

Per quanto riguarda quel che dicevo, è sottinteso l’adeguamento strutturale dell’attuale linea ferroviaria (dei binari, dei mezzi,delle stazioni e dei collegamenti alle stazione…basti vedere dove si trovi la Stazione Togliatti per capire)

La rete ferroviaria di Roma che andrebbe ripristinata non si limita a quella attuale, ma dovrebbe rifarsi a quella del secolo scorso quando c’era anche un anello interno che serviva tutta la zona centrale della città.
Attualmente quest’anello esiste ancora ma può essere percorso solo utilizzando più linee.

Oltre a questo, il problema del traffico di Roma non è causato solo da una certa “noncuranza” (chiamiamolo così, ma sappiamo tutti cosa intendiamo) del trasporto pubblico (Atac in particolare, visto che sto parlando esclusivamente della rete interna alla città) ma alla guida non regolare (per andarci piano) dei romani.

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi
Fasi del Piano Quadro Conoscitivo Scenari e Visione Schema di Piano Il Piano e la Valutazione Ambientale Strategica Attuazione e Monitoraggio