Il traffico del porto di Civitavecchia

di Piano della Mobilità

07/set/2015

PORTO-di-Civitavecchia

In base ai dati pubblicati dalla relativa Autorità Portuale il porto di Civitavecchia nel periodo Gennaio-Settembre 2013 ha movimentato in totale merci per oltre 8,4 milioni di tonnellate, con un decremento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2012 (Tabella 1).

(Tabella 1) Dati di traffico del porto di Civitavecchia relativi ai primi nove mesi del 2013 e variazione sul 2012.
Fonte: Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.

1cv

Tali merci sono costituite per circa il 50% da rinfuse solide, il 40% da merci unitizzate e per la restante parte da rinfuse liquide. Le rinfuse solide sono costituite per la maggior parte da sbarchi di carbone, mentre le rinfuse liquide riguardano per la quasi totalità sbarchi di prodotti raffinati. In merito alle merci unitizzate, la quota prevalente è il traffico Ro-Ro che si suddivide quasi a metà per quanto agli sbarchi (52%) e agli imbarchi (48%). Sempre nello stesso periodo, il porto ha registrato 2319 navi (accosti) con un decremento del 10% rispetto allo stesso periodo del 2012. Il traffico di contenitori è cresciuto del 6%, registrando oltre 42.000 TEU nel 2013.

Mentre i passeggeri di linea registrano un calo del 9% i crocieristi (imbarchi, sbarchi e in transito) si attestano a oltre 1,95 milioni nei primi 9 mesi del 2013 con un incremento del 7% rispetto allo stesso periodo del 2012. Infine, gli automezzi risultano in calo del 16% rispetto al 2012 e si ripartiscono sostanzialmente a metà per quanto agli imbarchi e agli sbarchi.

Analizzando il l’andamento del traffico negli ultimi cinque anni, escludendo il 2013 per il quale non si hanno dati definitive, sulla base delle statistiche pubblicate da Assoporti e realizzate mediante le rilevazioni fornite dalle Autorità Portuali (Tabella 2), si può notare una generale crescita dei traffici del porto (merci, contenitori, crocieristi) ad esclusione del traffico complessivo di passeggeri che registra un lieve decremento.

(Tabella 2) Dati di traffico del Porto di Civitavecchia. Periodo 2008-2012.
Fonte: ASSOPORTI.

2cv

Il traffico merci complessivo (Figura 1) composto da rinfuse liquide, solide e da merci unitizzate, è tendenzialmente in crescita nel periodo 2008-2012 con un incremento relativo medio del 10%.

t3cv

(Figura 1) Andamento del traffico merci complessivo, in migliaia di tonnellate, per il porto di Civitavecchia nel periodo 2008-2012, e tendenza. Elaborazione CTL su dati Assoporti.

Nello specifico, le rinfuse liquide sono costantemente in crescita nel periodo 2008-2012 e riguardano per la quasi totalità sbarchi di prodotti raffinati. Le rinfuse solide hanno visto il predominante traffico di carbone (sbarchi) crescere notevolmente fino quasi a triplicarsi negli anni, mentre la quota di cereali (circa 165 tonnellate, sbarchi) è gradualmente scomparsa; altre rinfuse, in quantità minori, riguardano prodotti metallurgici, i minerali grezzi e i fertilizzanti. Le merci unitizzate (contenitori, Ro-Ro e altro) sono complessivamente in lieve decremento, mentre i contenitori sia in peso che in TEU risultano in costante crescita (Figura 2).

In termini di TEU i contenitori (circa il 60% in sbarco) registrano un incremento relativo medio del 26% tra il 2008 e il 2012. I contenitori in sbarco risultano praticamente sempre pieni, mentre per quelli in imbarco prevalgono i vuoti, tranne che nel 2012.

t4cv

(Figura 2) Andamento del traffico di contenitori in TEU per il porto di Civitavecchia nel periodo 2008-2012 e tendenza. Elaborazione CTL su dati Assoporti.

Considerando il traffico passeggeri totali e croceristi (Figura 3), si registra per quelli totali una lieve tendenza negativa (incremento relativo medio del -1,3% nel periodo 2008-2012), mentre per i crocieristi un incremento relativo medio dell’8%. Si nota, inoltre, una forte crescita nel 2011 (var. del 36% sul 2010), mentre un decremento del 7% nel 2012. Considerando i dati parziali del 2013 è possibile stimare una crescita del 7% dei croceristi nel 2013 rispetto al 2012 (Figura 4).

La quota dei croceristi rispetto ai passeggeri totali è salita dal 43% del 2008 al 59% del 2012.

Traffico passeggeri totali e croceristico

t5cv

(Figura 3) Andamento del traffico passeggeri totali e croceristico per il porto di Civitavecchia nel periodo 2008-2012 e tendenza. Elaborazione CTL su dati Assoporti.

t6cv

(Figura 4) Andamento del traffico passeggeri crocieristi del porto di Civitavecchia nel periodo 2008-2013. Il dato 2013 annuale è stimato in base all’andamento dei primi 9 mesi del 2013 in base alla tendenza 2012. Elaborazione CTL su dati Assoporti e Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta.

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi

CTL P.Iva 02133771002