Il lavoro della redazione del Piano

di Piano della Mobilità

03/nov/2014

Redazione-giornalistica-metropolinotizie

Nel ringraziarVi per la grande partecipazione all’elaborazione del Piano, attraverso le segnalazioni, i commenti e gli approfondimenti, Vi invitiamo innanzi tutto ad estenderla a tutti i Vostri amici e conoscenti coinvolgendoli ad interagire con noi per segnalarci le criticità e le reali esigenze sul territorio.

Vi ricordiamo che i contenuti dell’attuale fase del Piano rispondono a due domande fondamentali:

  • Quali sono gli sviluppi futuri indicati nei piani e programmi esistenti, ossia gli studi condotti delle varie amministrazioni, per il sistema di trasporto della Regione? Una domanda rintracciabile negli scenari di riferimento.
  • Quale visione si vuole venga realizzata nel futuro per il sistema di trasporto della Regione e, quindi, quali obiettivi si vuole conseguire? Questa domanda fa riferimento alla visione.

Sinteticamente gli scenari di riferimento sono relativi al “prevedibile”, mentre la visione è relativa al “desiderabile”. Il “prevedibile”, a sua volta, è descritto da due tipologie di intervento:

  • Do Minimum (fare il minimo): comprende soltanto gli interventi già cantierati o, comunque, soltanto quelli già finanziati e privi di rilevanti difficoltà politiche e istituzionali.
  • Do Everything (fare tutto): comprende tutti gli interventi previsti nei piani e programmi delle varie amministrazioni (quindi anche interventi meno “certi”).

Ma cosa accade quando interagite con noi?

Ogni segnalazione, commento o richiesta è gestita dalla redazione, sia essa condivisa attraverso il sito web o i social network, senza ignorare nessun intervento.

Con cadenza quotidiana leggiamo, censiamo e approviamo ogni Vostro contributo e ci facciamo carico di smistare tutte quelle domande alle quali direttamente il Piano non può rispondere inviandole agli Enti di competenza su base tematica che, a loro volta, si impegneranno a rispondere attraverso il Piano. Un lavoro, quindi, condiviso e svolto all’unisono che punta veramente all’interazione istituzione-cittadino.

Tutte le Vostre proposte sono infine utilizziate per realizzare ed aggiornare dei report analitici in base alle tipologie di intervento e all’area geografica per permettere poi agli esperti di settore di analizzarle e renderle parte integrante del definitivo documento di Piano.

Vi invitiamo perciò a continuare a collaborare con noi e seguire ogni sviluppo legato all’elaborazione del Piano anche attraverso i social network ad esso collegati.

La redazione

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi

CTL P.Iva 02133771002