Il tasso di motorizzazione nel Lazio

di Piano della Mobilità

19/gen/2015

VIA-APPIA

Il Lazio ha oltre 5 milioni di veicoli circolanti, dati relativi al 2011 (Tabella 1), il 73,5% dei quali 3,7 milioni nella sola provincia Capitolina.

In termini relativi il dato regionale di 88,6 veicoli ogni 100 abitanti risulta più elevato di oltre 7 punti percentuali rispetto a quello nazionale di 81,2, con valori superiori alla media italiana in tutte le province. Viterbo si conferma anche nel 2011 la provincia con la maggiore concentrazione di veicoli per abitante con 89,7 ogni 100 residenti, seguita da Roma con 89, Rieti con 87,9, Frosinone con 87,5 e Latina con 86,2.

A livello nazionale emerge che nel 2011 il 12% delle vetture in circolazione non è catalizzato, mentre il 34,7% è conforme alla Direttiva 98/69B e l’8,2% possiede già i requisiti Euro 5.

Provincia Auto bus Autocarri Motrici Rimorchi Motocicli Motocarri Totale
Frosinone 70,0 0,3 6,7 0,6 1,2 8,3 0,4 87,5
Latina 65,1 0,1 7,4 0,4 0,7 11,6 0,9 86,2
Rieti 68,6 0,2 7,5 0,2 0,3 10,4 0,6 87,9
Roma 69,2 0,2 6,3 0,1 0,3 12,8 0,1 89,0
Viterbo 70,7 0,1 7,3 0,1 0,4 10,5 0,6 89,7
Lazio 68,9 0,2 6,5 0,2 0,4 12,1 0,3 88,6
Italia 62,3 0,2 6,6 0,3 0,6 10,7 0,5 81,2
(Tabella 1)

I veicoli non catalizzati

Il dato regionale risulta leggermente più incoraggiante, con una percentuale di veicoli non catalizzati che nel 2011 scende all’11,5%, rispetto al 12% dell’anno precedente, quelli Euro 4 che raggiungono il 35,4% e gli Euro 5 l’11% erano il 4% nel 2010. Le caratteristiche del parco autovetture sono correlate al reddito procapite degli abitanti. Frosinone ha così nel 2011 il parco veicolare più vecchio tra le province del Lazio, con il 16,6% delle vetture circolanti Euro 0. Mentre la maggiore incidenza di veicoli Euro 4 e Euro 5 si registra a Roma (rispettivamente 37% e 12,9%).

La provincia di Roma ha il parco più ecologico anche per quanto riguarda i motocicli, con il 33% ad alimentazione Euro 3, seguono Latina con il 28,1, Viterbo con il 25, Rieti con il 22,5 e Frosinone con il 20.

La Tabella 2 riporta gli spostamenti totali nel Lazio in un giorno feriale.

Roma Prov. Roma 4 Prov. Lazio
Roma 2.035.619 104.378 5.399
Prov. Roma (no Roma) 376.696 289.081 -
4 Prov. Lazio 84.114 21.590 938.396
Tabella 2

La successiva Tabella 3 si riferisce all’ora di punta dalle 7.30 alle 9.30. Gli spostamenti hanno una fortissima prevalenza dell’auto

Rm – Rm Rm – Prov Prov – Rm Prov – Prov Totale
Auto 59,8% 79,9% 75,2% 91,5% 65,8%
TPL su gomma 14,2% 10,9% 7,3% 4,2% 12,1%
TPL su ferro 4,1% 2,2% 5,4% 0,7% 3,8%
altro 22,0% 7,1% 12,1% 3,6% 18,2%
100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%
Tabella 3

L’insufficiente ruolo svolto dai servizi autobus per raccogliere l’utenza del treno è mostrato nella Figura 1 L’uso dell’auto per raggiungere la stazione è sempre il modo di gran lunga prevalente.

Immagine articolo

Figura 1

Monitoraggio della qualità dell’aria

Il numero di giorni di superamento del limite per la protezione della salute umana previsto per il PM10 nei comuni capoluogo di provincia rilevato nelle centraline fisse per il monitoraggio della qualità dell’aria è riportato in Tabella 4. Sono evidenziati i casi di superamento del limite di 24 ore per la protezione della salute umana oltre le 35 volte per anno civile (D. Lgs. 155/2010).

COMUNI 2009 2010 2011
Viterbo 5 3 4
Rieti 16 8 24
Roma 67 39 69
Latina 26 28 35
Frosinone 122 108 108
Italia 55,6 44,5 53,1
Tabella 4 – Fonte: Istat, Dati ambientali nelle città

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi

CTL P.Iva 02133771002