Sistema portuale e marittimo – Inquadramento generale

di Piano della Mobilità

31/ago/2015

porto-civitavecchia

Il sistema portuale laziale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, nell’attuale recessione globale, ha mantenuto il complesso dei traffici e quindi ha avuto una relativa stabilità finanziaria.

All’interno di una ripresa economica mondiale, specifiche opportunità di crescita per i porti laziali, sia in termini di passeggeri che di merci, sono costituite dalle relazioni con i Paesi del Mediterraneo meridionale e dalla loro stabilizzazione istituzionale, nonché dalle relazioni con economie dinamiche quali quelle dell’area dell’Est Europa e della Turchia. Come si può osservare dalla Figura 1, infatti, la posizione geografica italiana è strategica all’interno dei sistemi di Autostrade del Mare (ADM) definiti in ambito europeo, con i porti laziali serviti dall’ADM dell’Europa del Sud-Est.

Cattura 1

Figura 1

La posizione strategica di cui possono beneficiare i porti laziali va poi considerata alla luce della interconnessione tra Autostrade del Mare e rete TEN (Trans European Network).

Il sistema infatti offre grandi opportunità per un’ articolazione intermodale dei traffici merci e passeggeri (vedi Tabella 1).

Tabella 1

2

Commenti

0

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Chiudi

Rispondi al commento

Chiudi

CTL P.Iva 02133771002